lunedì 23 febbraio 2015

Cuori integrali con ripieno di cavolo romano

Ciao ragazzi, ultimamente ho ricevuto tantissimi prodotti per il blog. Non vedo l'ora di mettermi all'opera e di utilizzarli. Ho già un sacco di idee in testa. Chi mi segue sulla pagina Facebook, sa che ieri ho comprato il cavolo romano. Ho chiesto in un post qualche consiglio su come utilizzarlo ed eccomi qui. 

Da sempre, uno dei miei piatti preferiti è la pasta in casa. Non la preparo spesso ma, quando sono in vena, adoro farla ripiena


Ingredienti per 2 persone:
- 200 gr di farina integrale (io molino Ronci)
- 90 ml di acqua
- 2 cucchiai di olio evo
- sale fino qb

Ingredienti ripieno:
- 500 gr di cavolo romano
- 200 ml di panna vegetale
- 2 cucchiai di pangrattato
- lievito in scaglie (facoltativo)
- pepe nero qb
- sale fino qb

Ingredienti condimento:
- prezzemolo fresco
- radicchio 
- olio evo di buona qualità

Procedimento ripieno:
1) Pulire il cavolo, tagliarlo e lessarlo in abbondante acqua salata per 15-20 minuti fino a quando risulterà morbido
2) Oliare leggermente una teglia, versare il cavolo, il sale ed amalgamare il tutto aiutandosi con le mani
3) Versare la panna e mescolare con cura
4) Spolverare con pangrattato ed Infornare a 180° per 20 minuti
5) Far raffreddare completamente e riporre in frigo per 40 minuti

Procedimento pasta:
1) Versare la farina in una ciotola e fare un buco al centro
2) Aggiungere l'acqua e mescolare
3) Unire l'olio, il sale ed iniziare ad impastare (aggiungere più farina se necessario) fino a ottenere una pasta compatta
4) Infarinare il tagliere, il mattarello e stendere con cura la pasta. Non dovrà risultare troppo sottile!
5) Ricavare dei cuori utilizzando uno stampo
6)Togliere il ripieno dal frigo e frullarlo per qualche secondo
7) Aggiungere sale, pepe, lievito in scaglie secondo i vostri gusti e mescolare
8) Versare la punta di un cucchiaino su ogni cuore, adagiare sopra un altro cuore e chiudere la pasta aiutandosi con i polpastrelli
9) Cuocere i cuori in abbondante acqua salate per 5-7 minuti. Controllare la cottura!
10) Condire con un trito di prezzemolo fresco, radicchio, pepe e un filo di olio

N.B. Se vi dovesse avanzare il ripieno, non buttatelo ma spalmatelo su crostini di pane passato sulla piastra per un paio di minuti. Divino!


In questa ricetta ho utilizzato il cavolo romano. Finalmente sono riuscita a trovarlo al supermercato sotto casa. Il suo sapore è simile a quello del cavolfiore ma leggermente più delicato. A noi è piaciuto davvero tantissimo!


Oltre al cavolo, ho utilizzato anche la farina integrale. Sinceramente non l'avevo mai usata prima e quindi temevo che non fosse adatta per la pasta ripiena. Mi ha piacevolmente sorpresa e penso proprio che la utilizzerò spesso. Il gusto non è forte come si potrebbe pensare.


Le farine Molino Ronci sono prodotte seguendo il metodo di una volta. I grani vengono infatti macinati utilizzando due pietre. Il grano vi passa attraverso e viene schiacciato. Tramite questo metodo, la lavorazione del cereale avviene più lentamente  e cosa molto importante è che le farine nella lavorazione non si surriscaldano. Il germe resta intatto e le qualità organolettiche vengono conservate. Le loro farine sono meno raffinate; hanno un elevato contenuto di fibra per una maggiore quantità di parti cruscali; hanno un notevole contenuto di sali minerali, dovute dalla presenza di parti cruscali e alla presenza del germe che rimane intatto durante la fase di macinazione del chicco.

Tra le diverse farine troviamo:
- farine di grano biologiche: tipo 0, 1 e integrale
- farine di farro: integrale, monococco e monococco integrale
- farine di mais


In questa ricetta ho utilizzato la farina integrale macinata a pietra con grani teneri italiani di derivazione biologica e convenzionale. Questo tipo di farina appare più scura perchè contiene più crusca. Essa si può utilizzare per pane, piadina e pizza. 


Vi lascio i link dell'azienda:

Avete mai utilizzato la farina integrale?

Un bacione :)