21 dic 2015

Biscotti di frolla alle mandorle al profumo di cannella con un goloso ripieno di fichi al rhum

Ciao ragazzi, come state? Finalmente oggi è il mio giorno libero e quindi si cucina. Chi mi conosce da tempo sa che cucinare mi rilassa. Ammetto che preparare dolci è la cosa che mi piace di più! Eccoci quindi una semplicissima ricetta:



Ingredienti per 8-10 biscotti:
- 50 g di farina 0 (oppure di farro)
- 50 g di farina integrale
- 25 g di mandorle tritate
- 25 g di zucchero (integrale o bianco)
- 25 ml di olio di girasole
- 7 cucchiai di latte di riso
- 2 g di lievito per dolci
- cannella in polvere qb

Ingredienti ripieno:
- 6-7 fichi al rhum (io questi: http://www.fichimarano.it/negozio/product/45/Liquorosi-al-Rhum.html)

Procedimento:
1) Versare in una ciotola le farine, lo zucchero, il lievito, le mandorle tritate, il lievito e mescolare
2) Aggiungere l'olio ed amalgamare il tutto
3) Unire un pizzico di cannella, mescolare ed aggiungere il latte di riso fino ad avere un composto omogeneo ed appiccicoso
4) Coprire la ciotola con un piatto (N.B. il piatto non deve assolutamente toccare l'impasto!) e far riposare in frigo per un'ora
5) Stendere la frolla aiutandosi con un mattarello leggermente infarinato su un piano da lavoro ricoperto di carta forno la frolla
6) Versare nel mixer i fichi e frullarli per qualche secondo fino ad avere un impasto morbido


7) Utilizzando uno stampo creare i biscotti della vostra forma preferita
8) Con un cucchiaino prelevare un pochino di impasto di fichi, spalmarlo sul biscotto, adagiare il secondo strato di frolla e premere i bordi in modo che il ripieno non esca in cottura


9) Rivestire una leccarda con un foglio di carta da forno, adagiarvi i biscotti ed Infornare a 170° per 13-15 minuti
10) Controllare la cottura con uno stecchino prima di sfornare!


In questa ricetta ho utilizzato i fichi al rhum dell'azienda Fichi Marano:


Il prodotto di punta di questa azienda è proprio il fico, conosciuto ed amato da chiunque. I Fratelli Marano nel corso degli anni sono riusciti ad espandere la loro azienda e a farsi conoscere anche al di fuori del Bel Paese.

Un ottimo modo per conoscere i loro prodotti è quello di provare i Liquorosi al rhum. Sono deliziosi fichi secchi cotti al forno ed immersi in un buonissimo rhum. In questa ricetta sono perfetti perchè danno un tocco in più ai miei biscotti!

Anche voi amate i fichi?
Un bacione

27 nov 2015

Un aiuto in tavola con i kit di degustazione

La degustazione dei formaggi: quello che devi sapere per fare bella figura a tavola

Ciao ragazzi, come va? Noi abbiamo appena cambiato casa e mentre io sistemo i vestiti nel nuovo armadio, lascio la parola al mio ragazzo. Ho chiesto a lui di aiutarmi quando si tratta di parlare di formaggio. Penso che sia la persona più adatta a farlo.

In questo post verrà trattato un argomento che non viene affrontato spesso, o almeno, non sempre in maniera approfondita: la degustazione dei formaggi. Portare un carrello, un vassoio o un tagliere di formaggi in tavola non è così semplice ed immediato come potrebbe sembrare, ma si tratta di un gesto che richiede un'accurata preparazione. Ecco perciò una serie di dritte che vogliamo darvi per affrontare al meglio questa divertente "prova" gourmant (anche per chi, come me, non consuma prodotti di derivazione animale).

Quanti e quali formaggi servire
Il tagliere o il vassoio è lì e bisogna riempirlo. Con quanti formaggi? E di quale tipo? Cominciamo col dire che una porzione di formaggi equivale a circa 30 grammi. Normalmente i piatti di degustazione formaggi sono composti da 6 o 7 tipi di formaggio, per cui per ogni persona o invitato andrebbero considerati circa 180 grammi a testa. E veniamo alla domanda: quali formaggi servire? In questo caso si possono seguire diverse strade: scegliere secondo la stagionatura, secondo la tipologia o seguendo uno stesso fil rouge. Esempi: un tagliere di sei formaggi dal più fresco al più stagionato, oppure composto da formaggi a pasta dura, a pasta molle o erborinati, oppure tutti della stessa stagionatura o con diversi tipi di latte (di capra, di mucca, di pecora, di soia per i vegetariani o vegani, e così via).


L'accompagnamento: il carrello deve essere vario e colorato
I formaggi vanno sempre accompagnati in maniera impeccabile, per far risaltare i loro sapori ed il loro colore. Per questo compito saranno perfette, quindi, delle confetture, dei mieli, o delle mostarde (da servire in ciotoline diverse e separate, ognuna con il suo cucchiaino), ma anche delle composizioni di frutta e verdura. Molto importante anche il pane con cui servirete il vostro tagliere, che dovrà essere croccante e morbido, meglio se di diverse farine (integrale, ai 5 cereali, di castagne, etc.). Infine, accompagnate la pietanza con ottimi vini (generalmente bianchi per i formaggi freschi, rossi per quelli semi stagionati, passiti per quelli molto aromatici e secchi). Per saperne di più sulla degustazione di formaggi ed avere altri consigli:

18 nov 2015

Croissants integrali vegan

Ciao ragazzi, come state? In questi giorni ho tantissimo tempo libero e tanta voglia di cucinare. Qualche giorno fa mi è stata chiesta la ricetta delle brioches integrali sulla mia pagina Facebook. Non avendole mai preparate in casa ho vagato sul web alla ricerca della ricetta perfetta. Appena ho visto quella del sito http://www.ilgolosomangiarsano.com/ mi sono fiondata in cucina e questo è stato il risultato:


Ingredienti per 16 croissants:
- 500 g di farina integrale
- 125 g di zucchero (integrale o di canna)
- 250 g di latte di soia alla vaniglia
- 140 g di olio di semi di mais
- 17 g di lievito di birra fresco in panetto
- aroma all'arancia o scorzette di arancia

Procedimento: 
1) Scaldare leggermente un bicchiere di latte in un pentolino
2) Aggiungere il lievito e farlo sciogliere aiutandosi con un cucchiaino
3) Versare in una ciotola ampia il restante latte, l'olio, la farina, lo zucchero, il bicchiere di latte+il lievito e l'aroma all'arancia (o le scorzette).
N.B. Assaggiate un pochino di impasto ed aggiungete più zucchero in base ai vostri gusti!
4) Impastare per 20 minuti in modo da ottenere un'impasto omogeneo, liscio e leggermente elastico
5) Infarinare la ciotola, adagiarvi l'impasto, coprirlo con un foglio di pellicola per alimenti e farlo lievitare per 3 ore (io l'ho messo sul calorifero!)


6) Dividere l'impasto in due parti uguali
7) Infarinare il mattarello e il piano da lavoro
8) Stendere l'impasto in un disco non troppo sottile
9) Ricavare dei triangoli con una base ampia
10) Chiudere i cornetti, adagiarli su una teglia ricoperta di carta forno e spennellarli con il latte di soia
11) Far lievitare nuovamente in forno con la sola luce accesa per circa 2 ore


12) Cuocere i croissant a 175° per 20 minuti fino a doratura della superficie


Avete mai preparato le brioches in casa?
Un bacione ^^

Verdura di stagione: la zucca

Ricette leggere, sformato di zucca vegetariano

In questo post voglio parlarvi di me e del mio amore per la stagione invernale. Avendo appena firmato il contratto per la nuova casa non vedo l'ora di lasciarmi coccolare dal freddo. Negli ultimi anni ho amato alla follia il tepore delle stanze e la polenta. La stagione autunnale invoglia a mangiare pietanze calde. Cucinare è più piacevole, ma la routine frenetica non lascia molto tempo per dedicarsi a portate elaborate. Inoltre, il timore di appesantirci tiene lontani dall'assaporare manicaretti sostanziosi. Ragioni condivisibili che però non devono farci rinunciare al gusto. Ci sono tante ricette leggere e buone da sperimentare e anche veloci da realizzare tra i consigli di Activia.

In primo piano le verdure di stagione. In questo periodo troviamo fra gli ortaggi la zucca. Un ortaggio dal gusto delicato che possiamo utilizzare per preparare qualsiasi piatto, dall’antipasto al dolce. Le sue proprietà sono interessanti, è ricca di minerali e fibre. Contiene vitamine del gruppo B, vitamina A e C. Favorisce la digestione e ha un effetto diuretico. Il suo colore aranciato è dovuto al betacarotene, utilizzato dal nostro organismo per formare la vitamina A. Inoltre, può essere consumata dai diabetici perché ha un indice glicemico basso.


La zucca è quindi una verdura ottima per ricette leggere. Per deliziare il palato proviamo a preparare un secondo piatto, lo sformato di zucca vegetariano grazie all'aiuto del mio ragazzo.

Ingredienti per 4 persone:
800 grammi di zucca
1 uovo
1 scalogno o 1 cipolla
Pangrattato
Parmigiano
1 rametto di rosmarino
Sale
Pepe
Olio extra vergine di oliva

Procedimento:
Tagliare e pulire la zucca. Se acquistiamo la zucca intera, tagliamola a metà, eliminiamo la corteccia, i semi e la parte bianca. Possiamo cuocere la zucca in differenti modi. Al forno anche microonde, a vapore o in padella. In questo caso, per velocizzare i tempi, preferiamo la padella. Tagliamo la zucca a dadini. Nel frattempo sminuzziamo la metà di uno scalogno e mettiamolo a cuocere con olio extra vergine di oliva in un tegame per circa dieci minuti. Aggiungiamo la zucca e il rametto di rosmarino per aromatizzare, continuando la cottura per venti minuti. Saliamo e pepiamo. Facciamo raffreddare, togliamo il rosmarino. In una ciotola sbattiamo un uovo con il parmigiano, quindi versiamo la zucca cotta e amalgamiamo il tutto. Prendiamo uno stampo, ungiamo con olio e cospargiamo con pangrattato. Versiamo nello stampo il nostro composto di zucca e lasciamo cuocere in forno per 30 minuti a 180°.

Anche a voi piace la zucca? La cucinate spesso?
Un bacione!

17 nov 2015

Nuovi arrivi: Natura Nuova

Buongiorno ragazzi, come state? Oggi mi è arrivato un ricco pacco da parte dell'azienda Natura Nuova. Sono felicissima perchè ho ricevuto una fornitura di 6xseitan fresco, 6xtofu al naturale, 6xbistecche di soia e 12 pacchi di wurstel vegetali. Sono tutti prodotti che utilizzo nella mia cucina dato che come ben sapete non mangio carne:


Natura Nuova nasce nel 1994 a Bagnacavallo, in provincia di Ravenna, da un'idea di Gabriele Longanesi. La mission è quella di rendere la frutta e le proteine vegetali accessibili a tutti. E' così che in poco tempo Natura Nuova diventa leader per la fornitura di polpe di frutta biologica nel comparto catering. Il marchio ha anche sviluppato una linea di alimenti biologici in grado di arricchire la propria dieta in maniera genuina e pratica.

Qui potete trovare tutti i loro prodotti: http://www.natura-nuova.com/

In questo post ho deciso di utilizzare uno dei loro prodotti ovvero il Tofu al Naturale:


Il tofu si ottiene facendo cagliare la soia e pressandola. E' possibile ottenere tofu più o meno morbido in base alla compattezza che si decide di dargli. Questo prodotto si presta a diversi utilizzi: perfetto per creare creme, oppure come ripieno di torte salate o come base per delle golose polpette.

Ingredienti:
Acqua
Soia* 29%
 *da agricoltura biologica

Quantità: 2 panetti
Peso totale: 360 gr

Io oggi ho optato per delle polpette di tofu e spinaci:


Ingredienti per 1 persona:
- 125 gr di tofu al naturale
- 100 gr di spinaci surgelati o freschi in base alla disponibilità
- 2 cucchiai e mezzo di pangrattato
- 2 cucchiai di olio evo
- prezzemolo fresco
- sale fino

Procedimento:
1) Lessare gli spinaci per 15-20 minuti
2) Strizzarli BENISSIMO e farli scolare su un foglio di carta assorbente
3) Metterli nel mixer insieme al tofu spezzettato, al prezzemolo e al sale
4) Frullare sino ad avere un impasto denso
5) Trasferire l'impasto in un piatto, aggiungere pangrattato e creare delle polpette
6) Farle riposare in frigo per 30 minuti
7) Cuocerle in una padella antiaderente con l'olio oppure in forno a 180° per 20 minuti
Se non avete il tofu potete sostituirlo con un paio di patate lessate e frullate. E' importante che l'impasto sia denso ma che vi permetta di creare delle polpette facilmente!

Avete mai preparato delle polpette con il tofu?

13 nov 2015

Spinacine vegan fatte in casa

Ciao ragazzi, come state? Ultimamente ci sono stati molti cambiamenti nella mia vita. Il primo e più importante riguarda la casa: io e il mio ragazzo ci trasferiamo. In questi giorni siamo alle prese con il trasloco e non vedo l'ora di essere nella nuova casa per poter scattare qualche foto e fare delle nuove ricette. A noi piace un sacco perchè è molto luminosa e ristrutturata. Nel frattempo voglio mostrarvi una delle ultime ricette: le spinacine vegan fatte in casa


Ingredienti per 4 spinacine:
- 250 gr di ceci in scatola
- 400 gr di spinaci surgelati (io non ho trovato quelli freschi purtroppo!)
- 3 cucchiai di pangrattato + altro per la panatura
- 3 cucchiai ben colmi di farina di ceci (io ho usato quella integrale ma va bene anche la farina di ceci classica)
- 70 ml di acqua a temperatura ambiente
- pepe nero qb
- semi vari qb

Procedimento:
1) Lessare gli spinaci in un goccio di acqua per 15 minuti
2) Scolarli BENISSIMO e versarli nel mixer
3) Aggiungere i ceci scolati con cura, il sale, un goccio di acqua se necessario e frullare per qualche minuto fino ad avere un impasto denso
4) Trasferire in una ciotola capiente, aggiungere il pangrattato ed impastare
5) Creare delle cotolette e appiattirle leggermente con il palmo delle mani
6) Versare in un piatto fondo la farina di ceci, l'acqua e mescolare sino ad eliminare tutti i grumi. La consistenza della pastella deve essere simile a quella con le uova
7) Immergere velocemente le cotolette nella pastella ed impanarle nel pangrattato
8) Far riposare in frigo per 20-30 minuti
9) Cuocere le spinacine in una padella antiaderente con un goccio di olio fino a doratura di entrambi i lati
10) Impiattare con una spolverata di pepe nero, spinaci e semi vari

Ho usato la ricetta di •••Sano & Vegano•••

Avete mai provato a farle in casa?
Un bacione^^

Formaggio grattugiato? Tutta per voi una ricetta per consumarlo al meglio

Ciao ragazzi, come state? Ultimamente ho notato che il mio pubblico si è ampliato e questo blog non viene seguito solamente da vegani. Chi mi segue da tempo sa che per me è importante dedicare qualche post anche a ricette vegetariane perchè è fondamentale fare un passo alla volta. Molte persone sono spaventate dall'idea di escludere tutti i derivati animali. Facciamo un passo alla volta ma sappiate che vivere senza carne è possibile. 
Un buon modo per farlo (se non siete ancora "pronti" a cambiare radicalmente la vostra alimentazione) è quello di mostrarvi una nuova ricetta molto semplice e sfiziosa ma allo stesso tempo utile a smaltire un ingrediente che magari avete in più a casa: il formaggio grattugiato. 
Sia che si tratti di formaggi mixati o di un solo tipo di formaggio (ad esempio Grana Padano o Parmigiano Reggiano, meglio se di montagna), potete utilizzarlo per creare dei bellissimi e buonissimi cestini di formaggio, una sorta di cialdine croccanti. Molto scenografici se volete servire del riso al loro interno, si possono utilizzare anche da soli, al posto del pane, o per accompagnare pietanze a base di verdure, o ancora come delizioso finger food. Ecco come prepararli.

Un unico ingrediente e facilità di esecuzione
L'ingrediente è unico, ed è costituito da circa 150-160 grammi di formaggio grattugiato (quantità che servirà per due o tre persone). 
Il procedimento è anch'esso molto semplice. Prima di tutto vi occorrerà della carta da forno da tagliare in grossi quadrati spessi quante saranno le porzioni, poi su ogni quadrato di carta ponete un cucchiaio colmo di formaggio grattugiato. Infornate a circa 180° in un forno tradizionale per pochi minuti, fino a quando, cioè, non vi accorgerete che il formaggio è diventato croccante e dorato ai bordi. Appena sfornate fate in fretta per sistemare il formaggio ancora caldo e malleabile, con insieme la carta da forno, in alcune ciotoline, per dargli la forma di cestino. Fate raffreddare e poi estraete dalla ciotola e dalla carta da forno: e voilà, il cestino è pronto.

Come consumarli al meglio
I nostri cestini di formaggio grattugiato possono essere consumati in mille modi. Abbiamo già parlato del loro impiego come contenitori per un risotto o come sostituto del pane, ma molto goloso è anche mangiarli con all'interno dell'insalata (magari di rucola e pomodorini), o con delle creme preparate con tonno ed erbette. I cestini di formaggio si prestano, inoltre, ad accompagnare vellutare e zuppe di verdure, di cui ne esaltano sapore ed aromi, soprattutto se utilizzati al posto dei crostini di pane. 
Per sapere quale formaggio grattugiato utilizzare per creare fantastici cestini o per tante altre ricette, vai su: http://www.ferrariformaggi.it/grattugiati-grana-padano-e-parmigiano-reggiano/parmigiano-reggiano-prodotto-di-montagna-grattugiato.html



21 set 2015

Torta senza cottura ai lamponi

Ciao ragazzi :) Dopo aver lavorato tutta settimana finalmente ho un pochino di tempo da dedicare al blog. Ultimamente sto sperimentando alcune ricette senza cottura. Mi hanno sempre affascinata e le trovo perfette quando non si ha tempo. Oggi vi propongo una torta senza cottura ai lamponi 


Ingredienti per uno stampo da 12 cm:
- 100 gr di biscotti (io Digestive eurospin senza olio di palma)
- 40 gr di margarina vegetale fatta in casa oppure 10-12 datteri

Ingredienti crema ai lamponi:
- 160 gr di anacardi al naturale
- lamponi freschi a piacere
- 1 cucchiaio di latte di riso
- mezzo cucchiaio di zucchero

Ingredienti guarnizione:
- cioccolato fondente
- lamponi freschi
- granella di pistacchi

Procedimento:
1) Prima di iniziare mettere in una ciotola piena di acqua gli anacardi
2) Farli riposare per 4 ore o per tutta la notte
3) Tritare i biscotti in un mixer
4) Sciogliere la margarina e versarla sui biscotti
5) Mescolare in modo che la margarina si amalgami per bene
6) Versare la base nello stampo e farla riposare per 3 ore in frigorifero
N.B. Se decidete di usare i datteri metteteli in un mixer insieme ai biscotti e frullate per qualche minuto. Fate amalgamare bene i datteri insieme ai biscotti e versate la base nello stampo. Fatela riposare in frigo per 3 ore
7) Sciacquare gli anacardi ed eliminare tutta l'acqua
8) Metterli in un mixer insieme ai lamponi, allo zucchero, al latte di riso e frullare sino ad avere una crema densa, liscia ed omogenea
9) Versare la crema sulla base e mettere in frigo per 4-5 ore
10) Decorare con cioccolato fondente precedentemente sciolgo a bagnomaria, lamponi freschi e granella di pistacchi In casa è piaciuta tantissimo ed è stata terminata in un giorno. 

Adoro cucinare ma amo ancora di più quando i miei dolci vengono apprezzati e spazzolati. La crema di anacardi mi ha davvero sorpresa, penso proprio che sperimenterò con altri abbinamenti!

18 set 2015

Torta biscotto con ganache al cioccolato

Buongiorno ragazzi, dopo qualche mese di assenza ecco la nuova ricetta anche sul blog. stavolta ho deciso di preparare una torta ai biscotti e ganache al cioccolato senza cottura *-* Questa ricetta è come sempre vegan a dimostrazione del fatto che anche i dolci vegan possono essere buoni e belli!


Ingredienti per uno stampo da 12 cm di diametro:
- 200 gr di biscotti tipo Digestive (io Eurospin)
- 40 gr di margarina vegetale fatta in casa (ricetta: http://www.vegolosi.it/ricette/margarina-vegetale-ricetta/)
- 60 ml di acqua a temperatura ambiente
- 15 gr di cacao amaro in polvere
- 50 gr di zucchero

N.B. Se usate uno stampo più grande del mio, raddoppiate o triplicate le mie dosi!

Ingredienti ganache:
- 40 gr di cioccolato fondente
- 40 gr di panna vegetale da montare (io Professional Cream)

Procedimento:
1) Mettere i biscotti in un sacchetto, romperli in modo grossolano e trasferirli in una ciotola capiente
2) Nel frattempo versare il cacao e lo zucchero in un pentolino
3) Amalgamare le polveri, aggiungere l'acqua e mescolare per qualche minuto in modo da ottenere una crema liscia
4) Aggiungere la margarina e posizionare il pentolino sul fuoco
5) Portare ad ebollizione e cuocere per 5-7 minuti fino ad ottenere una crema leggermente densa
6) Versare la crema appena preparata sui biscotti
7) Amalgamare aiutandosi con un cucchiaio di legno
8) Versare nello stampo, livellare la superficie e far riposare in frigo per 2 ore

Procedimento ganache:
1) Spezzettare il cioccolato
2) Mettere la panna in un pentolino e portarla a bollore
3) Versarla sul cioccolato ed attendere 1 minuto
4) Mescolare per bene con un cucchiaio di legno
5) Togliere lo stampo dal frigo, versarci sopra la ganache e far riposare in frigo per 3-4 ore

Decorare con pezzetti di pistacchi e lamponi freschi


Questa è la mia torta preferita, in casa è durata un giorno. E' in assoluto la mia preferita!

Un bacione ^^

6 lug 2015

In forma con gli alimenti proteici

Buongiorno ragazzi, in questi giorni sto lavorando tantissimo a causa dei saldi in negozio. Le giornate sono frenetiche ed arrivo a casa stanca senza alcuna voglia di cucinare. Chi mi conosce da tempo sa che non mangio derivati animali. Ultimamente ho però deciso di dedicare dei post anche a chi non segue la mia alimentazione.

Godersi l'estate in perfetta forma fisica è la domanda che ci assilla in prossimità delle vacanze. A causa dei tanti impegni quotidiani, abbiamo trascurato il nostro corpo e ci ritroviamo così appesantiti. È giunto allora il momento di pensare a noi stessi, curare l’alimentazione e praticare del moto. Nel dedicare del tempo agli esercizi fisici, anche semplici, dobbiamo fare attenzione ai cibi presenti nella nostra dieta.

Infatti, i muscoli per essere tonici, hanno bisogno di proteine. Lo sanno bene gli sportivi che non si fanno mancare gli alimenti proteici.

Mangiare cibi ricchi di proteine è importante prima e dopo l’allenamento. Il fabbisogno cambia, ovviamente, per chi conduce una vita sedentaria. Un adulto che non pratica sport ha bisogno di circa 1 grammo di proteine per kg di massa corporea. Questa è l’assunzione media raccomandata al giorno. Nella dieta deve esserci un’equilibrata ripartizione di proteine e carboidrati. Così, ad esempio, si può scegliere di mangiare i carboidrati a pranzo e preferire gli alimenti proteici a cena.

Quali sono i cibi ricchi di proteine? Le troviamo sia in alimenti di origine vegetale sia animale. Fra le carni preferiamo il petto di pollo che per 100 grammi contiene circa il 30% di proteine ed è, inoltre, molto digeribile.

Il latte è un alimento ad alto contenuto proteico. Possiamo anche sostituirlo con una gustosa alternativa, lo yogurt alla greca Danio snack.


Il 20% delle calorie contenute in un vasetto deriva appunto dalle proteine. È perciò uno tra i migliori alimenti proteici ideale da consumare prima, dopo o nelle pause del nostro allenamento.

Su http://www.daniosnack.it/danio-proteine possiamo conoscere le sue tante proprietà; fra queste c’è la mancanza di grassi e la ricchezza di calcio e fermenti lattici.


Un altro alimento ricco di proteine è la soia. In specialità come il tofu, la sua quantità è notevole, così come la farina di soia. Una buona percentuale proteica è anche nei germogli di soia, circa il 6% per 100 grammi di prodotto. Legumi e pesce sono anche fonte di proteine. Un piatto di lenticchie apporta il 22% di proteine. E tra i pesci ottimo è il salmone.

Avete già provato Danio?
Un bacione

8 giu 2015

Cheesecake al cioccolato, fragole e cranberries

Buondì amici, come state? La scorsa settimana ho lavorato quasi tutti i giorni ed il tempo per cucinare era veramente ridotto al minimo. Ahimè (per il mio portafoglio) siamo usciti spesso a cena. Oggi però avevo voglia di trascorrere un pochino di tempo in cucina. Preparare qualcosa di sfizioso mi rilassa e mi diverte un mondo.


Ingredienti per una base da 12 cm:
- 100 gr di biscotti secchi
- 45 gr di margarina vegetale oppure una decina di datteri

Ingredienti crema al cioccolato:
- 250 gr di tofu al naturale (io quello di Natura Nuova)
- 5 cucchiai di cacao amaro in polvere
- 50 gr di cioccolato fondente
- una manciata di cranberries + tot per la decorazione
- zucchero in base ai vostri gusti

Procedimento per la base:
1) Sciogliere la margarina a bagnomaria
2) Tritare i biscotti finemente e trasferirli in una ciotola
3) Unire la margarina e mescolare con cura
4) Trasferire il composto nello stampo, livellarle la superficie con un coltello e far riposare in frigo per 2 ore

Alternativa con i datteri:
1) Frullare i biscotti e i datteri per un paio di minuti
2) Versare l'impasto nello stampo e livellarlo
3) Farlo riposare in frigo per un paio di ore

In questo caso la base risulterà più morbida!

Procedimento per la crema:
1) Versare nel mixer il tofu, il cacao, il cioccolato precedentemente sciolto a bagnomaria, le bacche di cranberries e frullare sino ad avere un impasto denso
2) Aggiungere zucchero in base ai vostri gusti e ulteriore cacao amaro
3) Versare la crema sulla base e far riposare tutto in frigo per circa 4/5 ore


Decorare la superficie con panna vegetale, fragole fresche e i cranberries 



Penso che sia una delle migliori cheesecake mai fatte. La crema non sembra fatta assolutamente di tofu ma sembra una ricotta più delicata. Ho deciso di chiamarla cheesecake perchè è identica all'originale. Non posso che essere felice che sia stata spazzolata in pochi minuti!

Grazie alla collaborazione con il sito www.veganobio.it ho deciso di utilizzare le bacche sia nella crema al cioccolato che come decorazione:



Ingredienti:
Cranberries e succo di mela

Prezzo: 4.15 €
Quantità: 100 gr


Ecco qualche info che potrebbe esservi utile:
1) Spese di spedizione: 8 euro per i prodotti che non necessitano di refrigerazione e di 10,8 per i prodotti da frigo
2) Imballaggio: scatola con contenitore isotermico e ghiaccio riutilizzabile
3) Corriere: SDA o GLS con spedizione veloce
4) Pagamento: carta di credito, Paypal e bonifico o contrassegno

Veganobio regala ad ogni nuovo iscritto un Buono acquisto da 50€. Il Buono è spendibile in 1 anno e sarà applicabile al 10% del totale dell'ordine

Vi lascio il link del sito per tutti gli altri prodotti:

Avete mai preparato una cheesecake così?
Un bacione :)

3 giu 2015

Polpette speziate di lenticchie e rucola

Buongiorno ragazzi, come state? Qui ci sono tantissimi novità da raccontarvi. Attualmente faccio revisione dei testi per il giornale We Veg in cui vengono pubblicate ricette vegane. Per me è una grande soddisfazione e spero che sia un trampolino di lancio. Adoro cucinare ma adoro ancora di più condividere le mie ricette. Oggi voglio dedicarmi al blog e proporvi una ricetta semplicissima ma molto gustosa perchè non sempre si ha voglia di carne anche se chi mi conosce sa benissimo che ho smesso di mangiare carne e pesce un anno e mezzo fa. 



Ingredienti per 9 polpette:
- 250 gr di lenticchie in scatola
- rucola fresca qb
- 3 cucchiai di pangrattato
- 2 cucchiai di olio evo
- prezzemolo qb
- coriandolo qb
- peperoncino qb
- sale fino qb

Procedimento:
1) Scolare con cura le lenticchie e versarle nel mixer
2) Aggiungere rucola e prezzemolo precedentemente lavati ed asciugati
3) Unire coriandolo, sale e peperoncino
4) Frullare sino ad avere un impasto denso
5) Trasferire il tutto in una ciotola, aggiungere i due cucchiai di pangrattato e creare delle polpettine tonde
6) Versare in un piatto il restante cucchiaio di pangrattato ed impanare le polpette
7) Farle riposare in frigo per 30 minuti
8) Cuocere le polpette in una padella antiaderente con i due cucchiai di olio evo oppure in forno a 180° per 20 minuti

Ricordate sempre che il forno tende a seccare leggermente le polpette quindi sarà necessario accompagnarle con una salsa

Poichè l'ingrediente principale di queste polpette è la lenticchia ho deciso di abbinarvi un Nero D'Avola Baglio di Pianetto:



Nero D'Avola è un vino dal colore rosso intenso con un aroma di amarena misto a petali di Rosa.
Al gusto si conferma un vino morbido ed equilibrato, di buona intensità con un finale persistente.

Vendemmia: seconda decade di settembre 2012


Complessivamente è un vino di buon corpo e di buona armonia che esprime le particolari caratteristiche dell’uva da cui deriva.

Qui trovate tutte le info sui loro vini:

Avete mai provato queste polpette?
Un bacione

2 giu 2015

Cookie Law e politica dei cookie di questo sito in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy

La Cookie Law è una nuova normativa di derivazione europea che l’Italia ha recepito e che entrerà in vigore il 2 giugno prossimo. A giugno 2014 il Garante Privacy ha pubblicato delle linee guida iniziali che tuttavia mancavano di indicazioni operative. Subito dopo è stato avviato un tavolo inter-associativo promosso da Fedoweb, iab, Netcomm ed UPA – le associazioni di categoria di riferimento nel mondo online – che ha chiesto la collaborazione di iubenda come partner tecnico.
Il risultato di questo tavolo, che ha interagito con il Garante stesso, è una serie di linee guida che vi illustriamo in seguito e che chiariscono tutti i dubbi relativi alla cookie law.
Gli adempimenti

In breve, con l’entrata in vigore della cookie law, dal 2 giugno non sarà più possibile installare cookie prima di:
- Aver predisposto e mostrato all’utente un banner informativo;
- Aver predisposto e mostrato all’utente una cookie policy;
- Aver richiesto il consenso agli utenti.

Questa direttiva europea impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da http://fioridicannella.net/.

Raccolta di informazioni personali
Fiori di cannella è un sito ospitato dalla piattaforma Blogger.com di proprietà di Google.

File di log: Come molti altri siti web anche questo fa uso di file di log registra cioè la cronologia delle operazioni man mano che vengono eseguite. Le informazioni contenute all'interno dei file di registro includono indirizzi IP, tipo di browser, Internet Service Provider (ISP), data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per analizzare le tendenze, amministrare il sito, monitorare il movimento dell'utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. Tale dati non sono riconducibili in alcun modo all'identità dell'utente.
Il sistema di statistiche utilizzato è Google Analytics che raccoglie informazioni sulla provenienza delle visite ed altri dettagli generici non riconducibili ad una persona specifica ma trattati in maniera generica.
Se si volesse escludere la propria navigazione dalla raccolta di dati statistici di Google Analytics si può scaricare un plugin google per escludersi dalla collezione di dati, per il browser utilizzato.

Cookie: Nel sito Fiori di cannella sono presenti cookie per memorizzare le informazioni sulle preferenze dei visitatori e sulle pagine visitate dall'utente e per personalizzare il contenuto della pagina web in basa al tipo di browser utilizzato e in funzione delle altre informazioni che appunto tale browser invia.

Cookie di Facebook: Questo sito ha alcuni plugin di Facebook che possono tracciare il comportamento dei lettori. Per avere maggiori informazioni in merito si può consultare la pagina per la Politica della Privacy di Facebook.

Indirizzi email: l'email utilizzata per commentare un post, per esprimere il proprio parere, richiedere aiuto o supporto su Fiori di cannella non sarà condivisa con terze parti; solo nel caso in cui l'utente si iscrive di sua spontanea volontà alla newsletter la sua email risulterà visibile a Fiori di cannella; in questo caso l'indirizzo email verrà utilizzato solamente per inviare gli aggiornamenti dei nuovi post o inviare comunicazioni importanti e per nessuna altro motivo.
Anche nel caso del modulo di contatto o email privata di Fiori di cannella non verrà utilizzata la vostra email per altri scopi se non per ricevere una risposta.

Interazione: Pulsante +1 e widget sociali di Google+, Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook e Pulsante Tweet anche questi pulsanti di condivisione usano le informazioni degli utenti.

Modulo dei commenti: la piattaforma di Blogger permette di commentare solo ad utenti iscritti su siti di terzi, a seconda del quale state utilizzando vi invito a leggere le loro rispettive privacy policy:
- AIM
- LiveJournal
- Typepad
- Wordpress
Nel mio sito è possibile commentare anche in forma anonima, scegliendo l'apposita opzione.

A tale proposito se avete bisogno di ulteriori informazioni o se avete domande sulla politica della privacy di questo sito vi preghiamo di contattarci in privato via email.

In questo sito hanno accesso anche server di terze parti o di rete pubblicitarie che usano tale tecnologia per inviare gli annunci nel tuo browser attraverso Fiori di cannella. Tramite il rilevamento del tuo indirizzo IP mostrano la pubblicità più pertinente con i tuoi interessi. Tecnologie simili (quali cookie, web bacons e javascript) possono essere utilizzati dalle reti pubblicitarie di terze parti per misurare l'efficacia dei loro messaggi pubblicitari e per personalizzare il contenuto di tali messaggi.

Tuttavia il sito Fiori di cannella e la sua amministratrice non hanno alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. L'amministratrice di questo sito non può quindi controllare le attività degli inserzionisti di questo blog. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser.

Per informazioni più dettagliate in riferimento alle opzioni di disabilitazione dei cookie ecco l'elenco dei link per la configurazione dei browser:
- Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Firefox
- Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Chrome
- Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Internet Explorer
- Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Safari
- Ulteriori informazioni sulla disabilitazione dei cookie su Opera

Una navigazione senza l'utilizzo di cookie tecnici e di profilazione è possibile mediante quella che viene definita navigazione in incognito e che è fattibile con tutti i principali browser.

Responsabilità
Fiori di cannella è un sito totalmente gratuito, non vi sono sezioni oscurate ai visitatori o a pagamento dato che l'unica fonte di guadagno sono esclusivamente cumulabili attraverso le visite e l'interazione degli utenti. Fiori di cannella non è responsabile per eventuali problemi o danni arrecati dai siti o dai programmi segnalati sul sito e dall'uso improprio delle informazioni qui riportate.

Siamo comunque disposti a cancellare eventuali contenuti che danneggiano terzi, usate la funzione contattaci in questo caso.

1 giu 2015

Lasagna al ragù vegetale e peperoni

Buongiorno ragazzi, oggi mi sono svegliata con la voglia di preparare delle lasagne e così all'alba delle 14 ho iniziato a cucinare. Questa è la mia prima lasagna con il ragù vegetale. Nonostante io non mangi carne da un anno e mezzo non ho mai sentito la mancanza del ragù ma oggi avevo voglia di sperimentare. Vediamo insieme il risultato:



Ingredienti per 4 porzioni:
- 8 sfoglie di lasagna senza uova
- 4 bistecche di soia (io Natura Nuova: http://www.natura-nuova.com/it/prodotti/cereali-e-legumi/piatti-pronti/bistecca-di-soia)
- 1 litro di passata di pomodoro
- 2 peperoni rossi di medie dimensioni
- 1 cipolla bianca
- 3 cucchiai di olio evo
- sale fino qb

Procedimento:
1) Tagliare i peperoni a listarelle e farli saltare in padella per 15-20 minuti fino ad averli morbidi
2) Aggiungere la cipolla a fettine e le bistecche di soia ridotte in pezzetti grossolani
3) Far cuocere per 15 minuti a fuoco basso e con il coperchio, aggiungere un goccio di acqua
4) Versare il sugo: decidete voi la quantità in base al numero di persone e alla grandezza della teglia!
5) Cuocere per 20 minuti, assaggiare il sugo ed aggiustare di sale. Prolungare la cottura se necessario
6) Accendere il forno a 200°
7) Iniziare a preparare la lasagna: versare 3 cucchiai di passata di pomodoro, un filo di olio e un pizzico di sale
8) Disporre le sfoglie (se indicato sulla confezione sbollentarle prima in acqua), aggiungere il sugo e continuare in questo modo fino a terminare il sugo e le sfoglie
9) Spolverare con pangrattato e un filo di olio evo
10) Infornare a 200° per 35-40 minuti


Oggi ho deciso di utilizzare le bistecche di soia che mi sono state gentilmente inviate da Natura Nuova:


Questa bistecca di soia è un prodotto completamente vegetale ed è prodotta solo da soia biologica non geneticamente modificata. E’ ricca di proteine vegetali e rappresenta un’importante fonte di fibre.

Peso: 180g
2 porzioni

Ingredienti:
Soia testurizzata idratata* 56,4% (acqua, soia* 42,2%), acqua, cipolla*, farina di riso*, aromi naturali, fibra di avena*, glutine di frumento*, addensante carraginina, olio di cocco, olio di semi di girasole*, addensante: gomma di guar, sale, estratto di lievito, aglio*, addensante: gomma di xanthan
spezie*.

  *Da agricoltura biologica


A noi è piaciuta tanto e non ha nulla da invidiare alla classica lasagna. Il ragù vegetale è molto simile a quello di carne.

Vi lascio il link dell'azienda per tutti gli altri prodotti:

Un bacione :)

27 mag 2015

Fusilli integrali con pesto di rucola ed anacardi

Buonasera amici, finalmente ho un pochino di tempo libero da dedicare al mio amato blogghettino. Per me è come una seconda casa in cui mi rifugio quando sono stanca. C'è chi si rilassa davanti alla tv e chi come me pubblica ricette! Come sempre si tratta di una ricetta facilissima da fare ma molto gustosa:


Ingredienti pesto:
- rucola fresca
- 6 anacardi
- 2 cucchiaini di semi di sesamo
- 2 cucchiai di olio evo
- un pizzico di sale

Procedimento
1) Lavare la rucola
2) Versare tutti gli ingredienti nel mixer e frullare
3) Condire la pasta con una spolverata di semi misti.

A questa ricetta ho voluto abbinare un vino rosso:


Shymer è l'acronimo dei nomi delle due uve utilizzate in questo vino ovvero lo Shyraz e il Merlot. Il significato è "Chimera", una creatura mitologica simbolo di sogni e desideri impossibili.


Questo è un vino di buon corpo e buona armonia in grado di esprimere chiaramente le diverse caratteristiche dei vitigni che lo compongono.

Imbottigliato a febbraio 2012
Dati alcolici: 14.5%

Ho deciso di abbinare Shymer perchè sono rimasta piacevolmente colpita dal suo carattere delicato e dal suo profumo intenso con sentore di ciliegia. Mi piace il fatto che sia morbido ma al tempo stesso corposo al palato.

Qui trovate tutte le info:

Un bacione ^^

25 mag 2015

Come ricaricare le energie con uno snack

Buonasera ragazzi, secondo post della giornata per raccontarvi una piccola novità. Ultimamente ho notato che ci sono moltissimi lettori non vegetariani e non vegani che mi seguono. Questa cosa mi fa davvero piacere perché per me è importante incuriosire le persone con la mia cucina. Non avendo la pretesa (e l'intenzione) di veganizzare il mondo ho deciso di dedicare alcuni post ad un'alimentazione diversa dalla mia facendomi aiutare dal mio ragazzo.

Soddisfare gli attacchi di fame, senza sentirsi in colpa. Si può mangiando spuntini nutrienti ma leggeri. L’importanza di assumere un pasto leggero, a metà mattinata o nel pomeriggio, è un’abitudine consigliata per tutti dai nutrizionisti. Concedersi uno snack aiuta a ricaricare le energie spese nel lavoro, nello studio o praticando attività fisica.

Tra i cibi ideali per una merenda abbiamo la frutta. Il primo caldo suggerisce magari una buona macedonia preparata con frutta di stagione come fragole, kiwi, mele, banane. Alimenti ricchi di vitamine e fibre che nutrono senza appesantire. Mantenersi leggeri è, infatti, fondamentale perché dopo lo spuntino si torna generalmente alle proprie faccende. E’ importante, quindi, mangiare cibi facilmente digeribili. Per evitare torpore, pesantezza, mancanza di concentrazione.

Un’altra idea fresca, invitante e salutare è lo snack Danio. Lo yogurt alla greca conquista per la sua consistenza cremosa e i pezzi di frutta. La sua particolarità sta nella doppia quantità di latte che, rispetto allo yogurt tradizionale, evita la colatura. Su www.daniosnack.it è possibile scoprire tutte le qualità di questo appetitoso snack, ricco di proteine e con zero grassi, dai diversi gusti alla frutta come pesca, mirtillo, mango, fragola e ciliegia. Uno spuntino che fa bene anche alle ossa per la presenza di calcio. Inoltre, la ricchezza di fermenti lattici vivi aiuta chi ha problemi a digerire il lattosio. Le proteine contenute ne fanno uno snack ideale prima o dopo l’allenamento.


Nel concedersi uno spuntino è fondamentale tenere conto del proprio stile di vita. Il fabbisogno calorico di una persona sedentaria è inferiore rispetto a chi consuma molte energie in lavoro, studio, sport.

In ogni caso, l’obiettivo dello spuntino sta nell’evitare di arrivare affamati al pasto principale, pranzo e cena. Per questo il primo passo è non saltare la colazione, altrimenti a metà mattinata il senso di fame sarà più insistente. E il rischio sarà esagerare con lo spuntino.

Gli esperti suggeriscono di mangiare cinque volte al giorno. Una regola valida per adulti e bambini. Lo spuntino a metà mattina e la merenda del pomeriggio sono perciò fondamentali per un’alimentazione corretta ed equilibrata.

Li avete già trovati al supermercato?
Un bacione

22 mag 2015

Rose di mele e crostatine di sfoglia

Buongiorno ragazzi, dopo la pesantissima giornata di ieri in negozio oggi mi sono riposata un pochino. Quando ho il giorno libero mi dedico sempre al blog e alla cucina. E' un modo per rilassarmi e non pensare a nulla. Oggi ho deciso di preparare una ricetta facilissima e perfetta per chi ha voglia di un dolce ma ha poco tempo a disposizione.



Ingredienti per la pasta sfoglia (ricetta di Umm Jayde Maryam Zaira):
- 200 g di farina 0
- 200 g di semola rimacinata di grano duro
- 5 cucchiai di olio evo
- sale e acqua qb

Ingredienti ripieno:
- 2 mele mature
- cannella in polvere qb
- zucchero di canna qb

Procedimento:
1) Versare in una ciotola le due farine, aggiungere mano mano a mano l'olio e mescolare
2) Aggiungere un goccio di acqua in modo da avere un impasto morbido ma malleabile
3) Coprire con la pellicola e fare riposare in frigo
4) Nel frattempo tagliare la mela in spicchi sottili e spruzzare il limone per non farla annerire. Lessarla per un paio di minuti nel microonde alla massima potenza
5) Stendere la pasta sfoglia sottile e tagliarla a listarelle larghe una decina di cm e alte 4 cm
6) Disporre le fette di mela in modo che metà fetta sia sulla pasta sfoglia e metà sia sulla carta da forno
7) Spolverare con cannella e zucchero
8) Arrotolare la pasta sfoglia partendo dal lato più corto:


9) Mettere dei pirottini di carta negli stampi per muffin e posizionare le rose10) Infornare a 180° per 25-30 minuti fino a completa cottura e doratura della pasta sfoglia

A questa ricetta ho deciso di abbinare uno dei vini che mi sono stati inviati dall'azienda Baglio di Pianetto, azienda rilevata nel 1997 dal Conte e dalla Contessa Paolo e Florence Marzotto:


Per questa ricetta ho scelto un moscato, il suo nome è un omaggio incontestato alle attività tradizionali della Sicilia popolare di un tempo. Ra’is era il termine arabo attribuito nelle tonnare al capo squadra, molto spesso di origine tunisina.


 Le uve di Ra’is provengono interamente dalla tenuta Baroni. Poco lontano infatti si ergeva qui una delle ultime tonnare attive dell’isola.

Ha un profumo intenso e  persistente con aroma tipico di uva moscata misto a sentori  di floreali
e albicocca. Al gusto si presenta dolce, elegante, fresco e con un ottimo equilibrio. La persistenza aromatica è lunga e gradevole. E' un vino con carattere forte ma sostenuto.

Determinazione, passione e tradizione sono i valori portanti che hanno condotto Baglio di Pianetto ad essere espressione dello storico impegno imprenditoriale della famiglia Marzotto.


Vi lascio il link dell'azienda per tutte le info:

Anche voi amate il moscato e le mele?
Un bacione

28 apr 2015

Polpette di piselli, radicchio e coriandolo

Buongiorno amici, la leggenda narra che è possibile mangiare senza fotografare ogni volta il cibo. Giuro, ci ho provato ma non sono riuscita. Mi piace impiattare, mi piace pensare a quale stuoietta utilizzare per dare colore alle mie foto. E' più forte di me! Oggi voglio proporvi una ricetta davvero semplice ma che mi ha stupita moltissimo: le polpette di piselli, radicchio e coriandolo. Utilizzo pochissimo questa spezia e dopo il pranzo di oggi l'ho decisamente rivalutata. E' buonissima e dona un tocco di freschezza al piatto.


Ingredienti per 1 persona:
- una scatola di piselli verdi
- un pugno di radicchio fresco
- 3 cucchiai di pangrattato (+ 1 per l'impanatura)
- 2 cucchiai di olio evo
- coriandolo in polvere qb
- sale fino qb

Procedimento:
1) Scolare benissimo i piselli e versarli nel mixer
2) Lavare il radicchio, tagliarlo a listarelle e versarlo nel mixer insieme ai piselli
3) Frullare sino ad avere una crema densa
4) Unire il sale, il coriandolo e frullare di nuovo
5) Trasferire l'impasto in una terrina, aggiungere il pangrattato ed amalgamare
6) Su un piatto versare 1 cucchiaio di pangrattato ed impanare le polpette
7) Farle riposare in frigo per 40 minuti
8) Cuocere le polpette in una padella antiaderente precedentemente oliata con i 2 cucchiai di olio evo
9) Servire con insalata fresca e una spolverata di paprika affumicata


Dato che le polpette hanno un sapore molto delicato vista la presenza del coriandolo il mio ragazzo optato per uno Chardonnay della Cantina Settesoli:


Colore: giallo paglierino intenso con riflessi oro - verdi
Profumo: note di mela e banana, sentori leggermente affumicati, spiccate note minerali
Grado alcolico: 13% vol

Si percepisce una struttura piena e consistente con un ottimo equilibrio tra morbidezza e acidità.


Territorio di origine: Sicilia sud occidentale / Menfi / AG
Vitigno: Chardonnay 100%
Classificazione: bianco  Sicilia Doc
Formati: 75cl

Abbinamenti per chi non è vegano: 
brodi di carne e verdure, zuppe e crostini aromatizzati, primi piatti a base di pesce, gamberoni imperiali marinati, crostacei.

Ecco il link dell'azienda:

Anche voi amate il buon vino a tavola?
Un bacione

Cotolette di cannellini e rosmarino

Buongiorno ragazzi, come state? Il lavoro procede bene ed io sono sempre più felice. Ultimamente grazie all'Expo stanno entrando in negozio moltissimi stranieri. E' un ottimo modo per parlare inglese. Devo ammettere che la mia pronuncia e la mia conoscenza della lingua sono nettamente migliorate. Finalmente!

A parte questo, oggi voglio mostrarvi una delle ultime ricette preparate. Dopo aver passato mesi a mangiare solo zuppe di legumi ho deciso di riprendere a cucinare delle cotolette ovviamente vegetali. In questo post vi spiego come fare delle buonissime cotolette di fagioli e peperoni:


Ingredienti per 2 persone:
- una scatola di cannellini già lessati
- 3 cucchiai di pangrattato
- 1 cucchiaio di farina integrale (facoltativo)
- 1 cucchiaio di olio evo
- rosmarino fresco qb
- peperoncino in polvere qb
- sale fino qb

Procedimento:
1) Scolare BENE i fagioli, sciacquarli con cura, versarli in un mixer e frullarli
2) Trasferirli in una terrina, aggiungere il pangrattato, la farina, il sale, il rosmarino lavato e ridotto in pezzettini ed amalgamare
3) Creare delle cotolette e farle riposare in frigo per 40 minuti
4) Cuocere in una padella antiaderente con il cucchiaio di olio oppure in forno a 180° per 20 minuti

Per la salsa ho tagliato il peperone e l'ho cotto in padella fino ad averlo morbidissimo. Ho aggiunto un pizzico di peperoncino per dargli una marcia in più


Quando si tratta di abbinamenti e di degustare il vino io mi affido al mio ragazzo. E' lui a scegliere il vino migliore in base a ciò che cucino.

Questa volta ha optato per il Merlot della Cantina Settesoli:



Colore: rubino con intense inflessioni porpora
Profumo: aromi vanigliati e frutti maturi di prugna, ciliegia e marasca
Sapore: morbido e caldo, con tannini serici e dolci
Grado alcolico: 13.5% vol

Per gustare al meglio il sapore di questo vino si consiglia di servire questo vino ad una temperatura di 16°-18°.


Territorio di origine: Sicilia sud occidentale / Menfi / AG
Vitigno: merlot 100%
Classificazione: rosso DOC Sicilia                                                            
Formati: 75 cl - 1,5 lt

Abbinamenti per chi non è vegano:
formaggi vaccini, affinati e lievemente erborinati come il Castelmagno DOP o il Morbier. Ottimo anche  a fine pasto accompagnato da frutta secca

Vi lascio il link dell'azienda:

Avete mai provato questo vino?
Un bacione